Papa Francesco: chiedo perdono per gli abusi del clero

C_4_articolo_2055883_upiImagepp“Davanti a Dio e al suo popolo sono addolorato per i peccati e i gravi crimini di abuso sessuale commessi da membri del clero nei vostri confronti, e umilmente chiedo perdono”. Così il Papa nella messa con sei vittime di abusi da parte di religiosi. Francesco ha chiesto perdono anche per i “peccati di omissione”. Le violenze sui bimbi, e in particolare i suicidi di chi non ha retto alla pena, “pesano sul mio cuore e su quello di tutta la Chiesa”.

Il Papa, nell’omelia, ha ribadito la propria “angustia e sofferenza” per gli abusi sui bimbi con cui i sacerdoti, in una sorta di “culto sacrilego” “hanno profanato la stessa immagine di Dio” e sacrificato i piccoli “all’idolo della loro concupiscenza”. “Abusi sono più che atti deprecabili”.

Il Pontefice ha poi aggiunto, rivolgendosi alle vittime: “La vostra presenza qui parla del miracolo della speranza che ha il sopravvento sulla più profonda oscurità”. E questo perché gli abusi di preti sui piccoli “hanno un effetto dirompente sulla fede e la speranza in Dio. Alcuni si sono aggrappati alla fede, mentre per altri l’abbandono e il tradimento ha eroso la loro fede in Dio”.

Papa Francesco ha infine chiesto sostegno affinché la Pontificia commissione per la tutela dei minori, “a qualsiasi religione appartengano”, lo aiuti “a far sì che possiamo disporre delle migliori politiche e procedimenti nella Chiesa universale per la protezione dei minori e per la formazione di personale nella Chiesa che porti avanti politiche e procedimenti. Dobbiamo fare tutto il possibile perché questi peccati non si ripetano più”, ha concluso, confermando la vigilanza sulla formazione dei preti.

 

Fonte

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *