Nuova Peugeot 308 SW 2014: il debutto a Ginevra

007905-1_big

La Casa del leone ha pubblicato le prime immagini ufficiali relative alla nuova Peugeot 308 Station Wagon, pronta a debuttare il prossimo marzo in occasione del Salone di Ginevra 2014, mentre il lancio sui mercati internazionali è stato fissato a marzo del prossimo anno. La 308 SW verrà prodotta nello stabilimento francese di Sochaux, dove viene assemblata anche la declinazione berlina.

Realizzata sulla nuova piattaforma Emp-2, utilizzata anche sulla versione berlina, la nuova Peugeot 308 SW perde 140 kg rispetto alla precedente generazione e al contempo guadagna qualche centimetro nelle dimensioni esterne e un abitacolo più spazioso. Lunga4,58 metri di lunghezza e alta 1,47 metri, la nuova station della Casa d’oltralpe vanta uno spazioso bagagliaio capace di stivare in un vano uniforme e dal facile accesso un carico fino a 610 litri. Il lavoro stilistico effettuato dal designer Gilles Vidal risulta ineccepibile, considerando la pulizia delle forme della nuova zona posteriore, chiamata a raccordarsi in modo armonico con il frontale affilato e aggressivo dell’auto.

La parte anteriore dell’abitacolo ricalca quello della variante due volumi: la plancia presenta il nuovoi-Cockpit, inedita concezione stilistica e funzionale capace di eliminare i comandi superflui, favorendo una maggiore praticità e pulizia delle forme. La praticità di queste soluzioni può essere apprezzata in numerosi dettagli come il volante dalle dimensioni compatte e il sistema multimediale dotato dischermo tattile da 9,7 pollici, posizionato all’estremità superiore della consolle centrale in modo da aumentarne la visibilità e diminuire di conseguenza le distrazioni del guidatore.

Per quanto riguarda il capitolo motorizzazioni, la 308 SW riceverà le medesime unità della berlina: l’offerta della vettura francese si aprirà infatti con la versione a benzina 1.2 litri Vti da 82 CV, seguita dalla motorizzazione turbo benzina 1.6 litri Thp, disponibile nei livelli di potenza da 125 e 155 CV. Sul fronte dei diesel troverà spazio il noto 1.6 litri Hdi da  92 CV e la variante più potente denominata 1.6 litri eHdi, capace di sviluppare 115 CV ed equipaggiato con il dispositivo Start&Stop di serie. In un secondo momento debutteranno i nuovi motori omologati Euro6, tra cui segnaliamo l’inedito propulsore 3 cilindri a benzina 1.2 litri  eThp, dotato di turbocompressore, e l’economo e poco assetato BlueHdi, capace di emettere il valore record di 85 g/km di CO2. Il debutto delle due nuove unità verrà accompagnato dal lancio dell’inedito e tecnologico Cambio automatico dotato di 6 rapporti.

 

Fonte

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *