Maserati: addio alla supercar derivata da LaFerrari

006758-8_big

 

Tutti quelli che si aspettavano una variante speciale de LaFerrari con marchio Maserati rimarranno delusi: per il momento l’erede della gloriosa MC12 non è prevista, o perlomeno non è ipotizzabile sulla base della supercar di Maranello. Forse in futuro ci saranno anche delle serie speciali, ma per il momento la Casa di Modena è concentrata su un’altra tipologia di prodotti.

D’altra parte l’obiettivo di costruire 50.000 vetture l’anno entro il 2015 è ambizioso e prevede l’apporto di modelli che possono scalare le classifiche di vendita, e non di una vettura costruita in serie limitatissima, capace di soddisfare principalmente appassionati e collezionisti. Adesso è il momento della Ghibli e più avanti sarà la volta della Levante, il SUV tanto atteso, auto capaci di ampliare in maniera significativa la gamma del Tridente, consentendogli di incrementare notevolmente la domanda e togliendo numeri importanti alla concorrenza teutonica.

Ciò non vuol dire che, quando vorrà, la Maserati non sia in grado di realizzare modelli particolari, la MC12 insegna, ma quella aveva una storia sportiva da compiere e il suo progetto, affidato a persone come Giorgio Ascanelli e Andrea Bertolini, solo per citarne alcuni, ha scritto pagine memorabili nel campionato FIA riservato alle vetture GT, e nonostante avesse parti in comune con la Ferrari Enzo, in realtà era una vettura molto diversa.

Non dimentichiamoci che nello stabilimento di Modena sono state realizzate le più belle Alfa Romeo degli ultimi tempi come la 8C, sia coupé che cabrio, e la 4C attualmente in produzione, per cui più avanti, appena saranno stati raggiunti gli obiettivi di vendita per il 2015, qualcosa verrà fuori dal cilindro Maserati, ma per il momento è prematuro parlarne…

 

Fonte

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *