Maiali allevati con la marijuana

marijuanaLo stato di Washington, negli USA, si appresta a legalizzare la marijuana ad uso “ricreativo”: i coltivatori legali si stanno quindi già domandando cosa fare di tutti gli scarti di produzione, dalle piante, alle radici, alle foglie.

Una fattoria a nord di Seattle sta sperimentando quello che potrebbe essere l’uovo di Colombo: utilizzare gli scarti per alimentare i maiali. In questo modo si sfrutta anche l’effetto della marijuana di aumentare l’appetito, con gli animali che sono aumentati di peso di 10-15 kg.

La carne degli animali, una volta macellati, è andata letteralmente a ruba, e chi l’ha provata assicura che è più saporita delle altre. Non si sa però se la carne contenga tracce significative di THC (l’agente psicoattivo della marijuana). Apparentemente, nessuno studio in questo senso è stato ancora fatto.

La legge prevede che gli scarti della coltivazione di marijuana vengano resi “inutilizzabili” prima di lasciare l’area di coltivazione. Ma la legge è pensata per l’uso come droga, e mescolare gli scarti con avanzi di cibo soddisfa i requisiti.

Fonte

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *