Italia: da gennaio potrebbero arrivare aumenti di prezzo per smartphone e tablet a causa di una tassa SIAE

Smartphone TabletAttualmente smartphone e tablet in tutto il mondo risultano essere i dispositivi tecnologici più venduti, registrando risultati in continua crescita e contribuendo a velocizzare il cosiddetto declino dei classici Personal Computer, sempre meno scelti dai consumatori che preferiscono invece accedere a dispositivi in grado di assicurare un’ottima esperienza in mobilità.

Nuove rivelazioni, tuttavia, sembrano confermare che, a partire da gennaio 2014 i prezzi di questi prodotti potrebbero aumentare in Italia, a causa di una nuova tassa per la SIAE che potrebbe venire introdotta con un emendamento alla Legge di Stabilità.

La Società Italiana degli Autori ed Editori avrebbe deciso di richiedere un aumento del cosiddetto equo compenso, rivolto all’acquisto di dispositivi tecnologici, che si tratti di smartphone, tablet o PC, in grado di riprodurre musica, film o contenuti coperti dal diritto d’autore.

La tassa in questione porterebbe quindi ad un aumento del prezzo finale dei prodotti da circa 0.90 centesimi attuali fino a 5.2 euro. La tassa in questione andrebbe per il 70% alla SIAE e per il restante 30% agli autori dei contenuti.

Della tassa in questione, se venisse approvata alla Camera, il presidente dell’AnitecCristiano Radaelli ha spiegato che neanche un euro andrebbe alle aziende tecnologiche, ma si tratterebbe di un’ulteriore spesa per i consumatori.

Una questione, insomma, che porterà ancora a molte discussioni. Non resta che attendere sviluppi.

 

Fonte

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *