Facebook conferma l’eliminazione della funzione che consentiva di nascondere il proprio profilo ad altri utenti

originalCon una mossa adottata per far crescere il social network e trasformarlo in una sorta di motore di ricerca di dimensioni mastodontiche, Facebook ha da tempo lanciato in USA Graph Search, uno strumento che si è rivelato molto interessante nelle prime fasi di utilizzo, ma che a quanto pare potrebbe rivelarsi l’ennesimo frutto della discordia per gli utenti attendi alla propria privacy online.

L’ultima novità arrivata direttamente da Facebook, infatti, ha permesso di scoprire come la società abbia deciso di eliminare l’opzione conosciuta come ‘Chi può cercare la tua timeline per nome?’, una decisione che ha già scatenato le prime polemiche ma che a quanto pare si è resa necessaria per offrire una esperienza migliore agli utenti Graph Search.

Questa opzione disponibile già da molto tempo per gli utenti, consentiva ad ognuno di nascondere il proprio profilo, in modo da non farsi trovare da utenti che cercavano il nostro nome sul social network.

Ebbene questo strumento non sarà più disponibile, e ciò significa che chiunque potrà trovare il nostro profilo sulla piattaforma, eliminando uno strumento utilizzato da milioni di utenti in tutto il mondo.

Secondo Michael Richter, a capo della Privacy in Facebook, questa funzione era stata introdotta quando Facebook era ancora un semplice contenitore di profili, ma con l’arrivo di Graph Search la ricerca della Timeline di un utente non è più limitata solo al nome, ma anche ad una serie di altre informazioni presenti nel profilo.

 

Fonte

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *