Audi R8 e-tron: nel 2014 una nuova versione

007105-1_big

La Audi R8 e-tron è pronta al debutto. In via di risoluzione i problemi legati alla gestione delle batterie agli ioni di litio emersi nei mesi scorsi e che, in primavera, avevano fatto decidere i vertici Audi di chiudere il programma di elettrificazione della supercar dei Quattro anelli.

L’ultimo capitolo (in ordine di tempo) riguarda una nota tecnica, “captata” dal Web, secondo la quale un primo lotto di Audi R8 e-tron “seconda generazione” sarà prodotto nel 2014. Indichiamo “secondo lotto” in senso lato perché, come si ricorderà, già a inizio 2013 una decina di esemplari, allora definiti di pre-produzione, erano già stati allestiti. Prima che, appunto, Ingolstadt rinviasse “a data da destinarsi” eventuali nuovi sviluppi sulla supercar e-tron. Data che, a quanto pare, sta per arrivare, grazie – secondo quanto riportato dal Web – a notevoli progressi nella tecnologia delle batterie agli ioni di litio (guarda caso, proprio la causa che a maggio aveva portato al fermo del programma).

E’ da pensare che le unità a suo tempo già prodotte di R8 e-tron siano state impiegate comeesemplar-laboratorio, sui quali affinare la tecnologia elettrica indicata da Audi come assoluta peculiarità della vettura, da sviluppare nel ruolo di grande antagonista della ipertecnologicaMercedes SLS Amg elettrica.

Finora, poco si sa della nuova Audi R8 e-tron, tranne che si tratta di una versione aggiornata degli attuali prototipi. Con assoluta probabilità, il “cuore” della raffinata coupé di Ingolstadt riceverà unanuova batteria, tanto da consentire alla Gt a zero emissioni percorrenze nell’ordine di 400 km con una singola ricarica (tanto per fare un confronto: la R8 e-tron finora resa nota offre un’autonomia di circa 250 km). Nei prossimi mesi saremo in grado di fornire nuovi dettagli su questa interessante anteprima, che – al di là delle novità hi-tech connesse all’alimentazione – non dovrebbero distaccarsi molto dall’attuale R8 e-tron.

Il corpo vettura è stato realizzato con l’impiego di pannelli in fibre sintetiche rinforzate, abbinati a un telaio costruito in alluminio e fibra di carbonio. L’impostazione powertrain ha ricevuto quattro motori elettrici asincroni (uno per ciascuna ruota), che erogano una potenza totale di 313 CV (la trazione è, dunque, integrale permanente) e l’enorme coppia di ben 4.500 Nm. I valori prestazionali sono da autentica Gt: 4,8 secondi nell’accelerazione 0 – 100 km/h; 4,1 secondi nellaripresa da 60 a 120 km/h; 200 km/h la velocità massima (autolimitata). Nelle prossime settimane, insieme a ulteriori dettagli tecnici, sapremo se questi dati saranno ulteriormente migliorati.

 

Fonte

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *